Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

LEASECREDI NEWS: RIFORMA PENSIONI

Scopri le ultime news in fatto di pensioni.

due persone e scritta news

Con il nuovo esecutivo al governo cosa cambierà?

Una delle tematiche che tiene banco nel dibattito politico dalla formazione del nuovo Governo PD-M5S è la riforma delle pensioni. Si dovrà naturalmente lavorare alla prossima manovra di bilancio e i sindacati chiedono di poter partecipare al tavolo che deciderà come sviluppare la nuova politica riguardante le pensioni. Inserita nel programma ufficiale del nuovo Governo, quindi riconfermata, la proroga ad Opzione Donna per il 2020. L’opinione dei sindacati è che la riforma, varata dal precedente governo, chiamata Quota 100 non sia sufficiente.
Ci sono diverse ipotesi di modifica della quota 100 pensioni. Un’ipotesi è quella di una possibile modifica che prevede l’innalzamento da 62 a 64 anni dell’età minima, invece non è chiaro ciò che potrebbe accadere alla quota dei contributi, abbassata a 36 anni o mantenuta a a 38 anni. Il governo potrebbe prendere in considerazione anche un’altra ipotesi, ossia la reintroduzione dell’aspettativa di vita per chi sceglie la pensione anticipata. Per cui sarebbe Quota 100 pensioni ridimensionata e più flessibile. In sintesi con il governo PD-M5S quota 100 potrebbe finire un anno prima. Il precedente esecutivo aveva varato quota 100 come misura transitoria: valida per tre anni, quindi per 2019-2020-2021. L’obiettivo era portare tutti in pensione con 41 anni di contributi.

Gli obiettivi del nuovo esecutivo riguardo le pensioni:

Tra gli obiettivi del nuovo governo in tema di previdenza c’è quello di incrementare il Fondo Previdenziale integrativo pubblico con l’inclusione della pensione di garanzia per i giovani.
Dal documento del programma si legge:
È essenziale investire sulle nuove generazioni, vera risorsa per il futuro del Paese, al fine di garantire a tutti la possibilità di svolgere un percorso di crescita personale, sociale, culturale e professionale nel nostro Paese. Occorre altresì creare le condizioni affinché chi ha dovuto lasciare l’Italia possa tornarvi e trovare un adeguato riconoscimento del merito.”.
I sindacati si trovano sulla stessa linea di pensiero, ribadiscono però la necessità di creare occupazioni stabili e retribuzioni adeguate. Andrea Borghesi, segretario generale Nidil Cgil durante l’incontro  “Giovani e pensioni rivolti al futuro” svoltosi a Matera ha sottolineato che: “Il lavoro precario, discontinuo, le basse retribuzioni, lo stesso part time abbassano la pensione dei giovani. Con il sistema contributivo quanto si versa soprattutto all’inizio della carriera lavorativa è fondamentale per avere pensioni dignitose. La lotta alla precarietà e per salari più alti significa quindi anche dare una prospettiva previdenziale alle giovani generazioni.”.

Prospettive per il futuro

Sono sempre di più i pensionati che si rivolgono alla nostra struttura e sono sempre di più i pensionati che riusciamo ad aiutare attraverso i nostri servizi di finanziamento. Le esigenze per cui ci contattano sono sempre le medesime, dal bisogno di liquidità, alla necessità di ammortizzare le esposizioni finanziarie o per pagare spese mediche improvvise fino alla richiesta di un finanziamento per un viaggio. La richiesta di finanziamento ricordiamo che non deve essere accompagnata da un motivo, per ottenere il prestito è sufficiente essere pensionati, senza pensione minima e avere un’età massima di 85 anni a scadenza del finanziamento. Vi ricordiamo inoltre che un importante vantaggio della Cessione del Quinto riguarda la possibilità di ottenerla anche alla presenza di disguidi finanziari, come segnalazioni in banche dati e protesti di assegni bancari o cambiali.

Dove contattarci per avere maggiori informazioni

Per accedere a questa formula di Finanziamento Leasecredi per i Pensionati basta rivolgersi alla nostra agenzia attraverso i molteplici canali di ricezione che mettiamo a disposizione. Online siamo disponibili nella nostra Pagina Facebook Leasecredi e nel nostro Sito Web nella sezione Contatti.  In alternativa è possibile chiamare il numero fisso: 070 522219 o di cellulare: 346 3063475, sempre su questo numero potete inviarci messaggi tramite Whatsapp.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *