Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

14 VALIDI MOTIVI PER SCEGLIERE LA CESSIONE DEL QUINTO

uomo con mano che scrive
  1. AUTONOMO: Perché sei libero di scegliere l’importo della tua rata e la durata del finanziamento da 3 fino a 10 anni.
  2. LEGGERO: Per consolidare tutti i tuoi prestiti in un’unica rata più leggera.
  3. LIBERO: Perché puoi ottenere liquidità senza alcuna giustificazione.
  4. ALTERNATIVO: Come alternativa finanziaria ad altre richieste non andate a buon fine o respinte.
  5. INDIPENDENTE: Perché per ottenerla non c’è bisogno di nessun Garante o Avallo.
  6. OVER75: Per ottenere un finanziamento anche se hai superato abbondantemente l’età di 75 anni.
  7. SICURO: Perché ti garantisce con una rata unica e fissa per tutta la durata l’assicurazione rischio vita e perdita impiego tutto compreso.
  8. MODULABILE: Perché dopo un certo periodo puoi rinnovarla e ottenere altra liquidità oppure decidere di ridurre l’importo della rata mensile.
  9. INCONDIZIONATO: Per ottenere un importo elevato senza alcun bisogno di garanzie ipotecarie su immobili.
  10. PRATICO: Perché per ottenere la cessione del quinto ti bastano solo due documenti e una risposta entro 24 ore.
  11. FLESSIBILE: Perché puoi richiederla anche in presenza di insoluti con altre finanziarie o con problematiche legate a protesti, pignoramenti o ipoteche legali.
  12. VELOCE: Perché quando hai un’urgenza puoi ottenere in tempi rapidi una somma d’anticipo sulla cifra richiesta senza spese aggiuntive.
  13. COMODO: Perché puoi accedere al finanziamento anche da casa tua senza doverti recare presso l’agenzia finanziaria (la normativa prevede che il consulente abilitato possa raggiungerti ovunque tu desideri)
  14. IMPORTANTE: Perché è un prestito che ti consente di richiedere somme importanti che puoi scoprire contattandoci, anche abbinato alla delega di pagamento (doppio quinto)

 


  Richiedere un prestito: come ottenere liquidità con la cessione del quinto

  • Hai bisogno di liquidità per far fronte alle tue esigenze quotidiane?
  • Stai cercando una soluzione che possa soddisfare la tua richiesta evitando lunghe attesecosti eccessivi e tassi di interesse spropositati?

Esiste una soluzione che può porre fine alle tue continue ed estenuanti ricerche: Il prestito con cessione del quinto.

 


  Cosa è una cessione del quinto

Vediamo prima di tutto cos’è la cessione del quinto:

definizione: la cessione del quinto dello stipendio è una particolare forma di prestito personale da rimborsare con l’addebito della relativa rata direttamente sulla propria busta paga o sul cedolino della pensione.

Viene definita “quinto dello stipendio” perché la trattenuta/rata effettuata dall’Ente finanziatore non può essere superiore ad un quinto della propria retribuzione netta mensile.

La durata massima della cessione del quinto è pari a 120 mesi (10 anni) ma è possibile richiedere una durata anche inferiore partendo dai tre anni e con durate multiple di un anno (quattro, cinque, sei, sette, otto e nove anni). Solamente nel caso in cui si decidesse per una durata di 5 anni, la normativa, prevede una deroga sull’estinzione per rinnovo della stessa in qualsiasi momento successivo alla stipula del contratto. Per tutte le altre durate intermedie, l’estinzione per rinnovo può essere esercitata solo trascorso un periodo pari al 40% della durata totale del contrato.


  Chi può richiedere una cessione del quinto

La cessione del quinto è accessibile a:

  • Dipendenti Statali, Pubblici e di aziende Para Pubbliche
  • Dipendenti di aziende private (Spa, Scarl e S.r.l. con oltre 20 dipendenti)
  • Pensionati Inps, ex Inpdap e altri Enti pensionistici

In buona sostanza, tutti coloro che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato (o pensione); ciò vuol dire che, chi svolge un’attività da libero professionista non può avere accesso a questa forma di prestito.

Anche i neoassunti hanno accesso a questa tipologia di prestito, purché il contratto di lavoro sia a tempo indeterminato e siano trascorsi almeno tre mesi dopo il superamento del periodo di prova.

 


  Quanto è possibile richiedere con la cessione del quinto

Siamo soliti vedere volantini pubblicitari che indicano la cessione del quinto quale soluzione per ottenere importi consistenti, ma in realtà è importante tenere presente che la somma massima finanziabile è determinata da due fattori importanti:

  • Dallo stipendio/pensione netti percepiti (pubblici, statali e pensionati)
  • Dall’importo di TFR maturato che verrà moltiplicato fino a un massimo di 6 volte per stabilire l’importo del montante finanziabile

Tenendo presente che la rata massima cedibile, non può essere superiore al quinto di quanto percepito mensilmente (al netto delle ritenute operate per legge), è evidente che l’importo concedibile sia subordinato alle due voci su indicate.

  Quali garanzie vengono richieste per ottenere la cessione del quinto

A differenza del classico prestito personale, la cessione del quinto non prevede che vi sia una figura di garante o fideiussore, né che vengano richieste ipoteche, in quanto la garanzia principale è costituita dallo stesso stipendio/pensione del richiedente.

Oltre a questo, è prevista una polizza assicurativa a copertura del rischio vita ed impiego (obbligatoria).

 


  Le differenze principali tra un prestito personale e la cessione del quinto

Prestito personale e cessione del quinto sono due forme di finanziamento a cui è possibile accedere quando si ha necessità di liquidità non finalizzata. Eppure vi sono delle profonde differenze che le rendono più o meno vantaggiose l’una rispetto all’altra, ma soprattutto con una maggiore percentuale di richiesta.

Il prestito personale, infatti, prevede che la rata sia pagata con bollettino postale, addebito sul conto corrente od altre modalità preventivamente concordate, mentre con la cessione del quinto, l’addebito mensile avviene direttamente sulla busta paga/pensione del cliente tramite trattenuta pari all’importo della rata.

Sarà lo stesso datore di lavoro pertanto, a provvedere al pagamento della stessa ogni mese e fino alla scadenza prevista.

Per la richiesta di un prestito tradizionale (personale), è indispensabile non avere subito protesti o segnalazioni presso una centrale rischi finanziari, mentre la cessione del quinto è la soluzione alternativa anche per le persone che presentano tali problematiche.

Di rilevante importanza, è la possibilità, mediante la cessione del quinto, di poter consolidare gli altri debiti in corso (finanziamenti ed altro), raggruppando le varie mensilità in un’unica rata più sostenibile, recuperando gli interessi non maturati e talvolta rimettendo in situazione di bonis anche le posizioni pregresse con altre finanziarie (contenziosi per insolvenze, ritardi etc.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *